This website uses cookies

This website uses cookies to improve user experience. By using our website you consent to all cookies in accordance with our Cookie Policy.

09.09.2021

Con nuovi sistemi di controllo – pronti per I4.0

Il cuore di ogni stampatrice Hatebur è il PLC, il controllore a logica programmabile.

La prima macchina Hatebur dotata di un PLC Siemens S5 è uscita dalla fabbrica nel 1994. Nel 1999 è iniziata la conversione ai sistemi di controllo
Siemens S7-300 e S7-400. Stiamo ora passando all’ultima generazione di Siemens, S7-1500.

La modifica del sistema di controllo comporta sempre molto lavoro e un certo livello di incertezza tecnica, ma offre anche nuove possibilità. Oggi  abbiamo colto l’opportunità di integrare nel sistema di controllo la tecnologia di sicurezza, rinunciando quindi a un sistema esterno. Questa soluzione consente un minore ingombro all’interno del quadro elettrico, semplifica la programmazione, aumenta la flessibilità e facilita eventuali interventi di manutenzione. 

Per la programmazione viene utilizzato il portale Siemens TIA. TIA è la sigla di “Totally Integrated Automation”, un’interfaccia unica per diverse  funzionalità come controllo, sicurezza, protezione e visualizzazione.

Di conseguenza, tutte le apparecchiature sono collegate in rete con PROFINET e i sensori sono collegati tramite IO-Link, che garantisce in ogni  momento uno scambio dati avanzato con il sistema di controllo e costituisce la base per il collegamento alla registrazione dei dati della macchina.

Le nostre macchine sono pronte per il futuro con Siemens S7-1500. Il sistema di controllo fornisce interfacce comuni per attività quali misurazione e
registrazione dei dati di produzione, connessione BDE o manutenzione predittiva; è possibile controllare anche la gestione energetica.

Secomea, come in precedenza, continua a essere usato per l’accesso da remoto, Grazie al collegamento in rete coerente con PROFINET e IO-Link, è possibile fornire un supporto efficiente per le macchine con Secomea.